Eventi

Giugno

Luglio 2020

Agosto
L
M
M
G
V
S
D
29
30
1
2
3
4
5
Eventi di Luglio

1st

Nessun evento
Eventi di Luglio

2nd

Nessun evento
Eventi di Luglio

3rd

Nessun evento
Eventi di Luglio

4th

Nessun evento
Eventi di Luglio

5th

Nessun evento
6
7
8
9
10
11
12
Eventi di Luglio

6th

Nessun evento
Eventi di Luglio

7th

Nessun evento
Eventi di Luglio

8th

Nessun evento
Eventi di Luglio

9th

Nessun evento
Eventi di Luglio

10th

Nessun evento
Eventi di Luglio

11th

Nessun evento
Eventi di Luglio

12th

Nessun evento
13
14
15
16
17
18
19
Eventi di Luglio

13th

Nessun evento
Eventi di Luglio

14th

Nessun evento
Eventi di Luglio

15th

Nessun evento
Eventi di Luglio

16th

Nessun evento
Eventi di Luglio

17th

Nessun evento
Eventi di Luglio

18th

Nessun evento
Eventi di Luglio

19th

Nessun evento
20
21
22
23
24
25
26
Eventi di Luglio

20th

Nessun evento
Eventi di Luglio

21st

Nessun evento
Eventi di Luglio

22nd

Nessun evento
Eventi di Luglio

23rd

Nessun evento
Eventi di Luglio

24th

Nessun evento
Eventi di Luglio

25th

Nessun evento
Eventi di Luglio

26th

Nessun evento
27
28
29
30
31
1
2
Eventi di Luglio

27th

Nessun evento
Eventi di Luglio

28th

Nessun evento
Eventi di Luglio

29th

Nessun evento
Eventi di Luglio

30th

Nessun evento
Eventi di Luglio

31st

Nessun evento

Copyright Archivio Ugo Carrega 2019
 

La poesia visiva come arte plurisensoriale// Mostra

La poesia visiva come arte plurisensoriale// Mostra

 

 

 

3 giugno – 31 luglio 2020

(visite su appuntamento)

 

Comunicato stampa

La Fondazione Berardelli apre la mostra collettiva La poesia visiva come arte plurisensoriale nell’ambito della ricerca sulle Pratiche sinestetiche, progetto a puntate ideato dal maestro Lamberto Pignotti e curato da Margot Modonesi.

Il lavoro vuole indagare i nessi multisensoriali, le contaminazioni e l’ibridismo che si manifestano nelle opere di poesia visiva attraverso una serie di esposizioni e una collana di cataloghi che facciano luce apertis verbis su questi fenomeni.

La Fondazione Berardelli custodisce un’ampia collezione di opere di poesia visiva — esposte e pubblicate a partire dal 2007 — e con quest’ultima iniziativa intende espressamente svelare alcuni caratteri peculiari e latenti delle opere apparse sui volumi passati. Uno sguardo alternativo rivolto ad una parte di esperienze artistiche, relativamente recenti, ri-considerandole e ri-attraversandole dal punto di vista della sinestesia. 

L’esposizione prevede la presenza di opere degli artisti: Fernando Aguiar, Mirella Bentivoglio, Julien Blaine, Jean-François Bory, Joan Brossa, Ugo Carrega, Giuseppe Chiari, Hans Clavin, Herman Damen, Luc Fierens, Giovanni Fontana, Claudio Francia, Ilse Garnier, Pierre Garnier, Arrigo Lora Totino, Lucia Marcucci, Eugenio Miccini, Michele Perfetti, Lamberto Pignotti, Sarenco, Karel Trinkewitz, Ben Vautier, Franco Verdi.

Il catalogo, così come l’esposizione, saranno allestiti secondo i legami più evidenti fruibili in una serie di opere incasellandone le relazioni in spazi e capitoli: una scelta organizzativa non in linea con il significato dell’indagine — considerando che la ricerca illumina le contaminazioni sensoriali —, ma che viene adottata per palesare al pubblico la suddetta multi-sensorialità in modo trasparente e intuitivo.

Il progetto, concepito con Lamberto Pignotti, darà vita ad una serie di mostre che, dopo la prima inaugurale che riunirà tutti i sensi, nello specifico analizzino le interrelazioni esistenti tra: vista e udito, vista e olfatto, vista e gusto e infine vista e tatto. Il lavoro espositivo e scritturale — a puntate — vuole fornire strumenti altri per l’analisi di questioni che sono sì appartenenti al mondo dell’arte e della letteratura, ma che si estendono anche al più ampio universo della semiotica, delle comunicazioni e delle neuroscienze.

Per maggiori informazioni sugli artisti citati si consulti il sito www.fondazioneberardelli.org.